CHIUSO PER LUTTO

916708-15236397-640-360.jpg

Per quanto mi riguarda, la profezia dei Maya si è avverata ieri sera intorno alle ore 19 e da allora il vuoto ha preso il sopravvento. Il sogno a lungo rincorso di vedere Alonso campione del mondo 2012 si è infranto all’ultima gara di un emozionante mondiale di F1, perso per 4 miseri punti, ossia quelli che il campione spagnolo avrebbe sicuramente fatto se non fosse stato vittima di due incidenti senza colpa che gli hanno impedito di allungare sugli avversari quand’era in testa alla classifica. Lui si è dichiarato orgoglioso della sua scuderia, io onorato di averlo potuto ammirare e tifare in ciascuna delle corse nelle quali ha mostrato a tutti il suo smisurato talento, capace di ottenere risultati e podi straordinari con una monoposto visibilmente inferiore a quella dei diretti rivali, ossia Mclaren e Red Bull. Certo, se lo sviluppo della vettura fosse stato regolare nel corso della stagione, Fernando avrebbe trionfato con qualche gara di anticipo ma adesso è inutile cercare le ragioni del mancato successo, è troppo tardi. Sportivamente parlando, sono un uomo distrutto e niente e nessuno potrà consolarmi perché ormai… niente ha più senso, le tenebre si sono impadronite della mia anima e solo un inizio vincente della mia amata Rossa nella prossima stagione potrà farmi uscire dal lutto che mi ha colpito.

CIAO LESLIE…

Due  giorni  fa  si  è  spento  il  grande  Leslie  Nielsen, il mio attore comico preferito, il solo capace di farmi ridere sino alle lacrime durante la visione di film come “L’aereo più pazzo del mondo” o “Una pallottola spuntata”, giusto per citarne due. Le tante gag esilaranti che lo hanno visto protagonista, la demenzialità di alcune scene alle quali nemmeno il ragioniere Ugo Fantozzi avrebbe saputo tenere testa, nonché le sue inimitabili espressioni facciali, mi hanno donato interminabili ore di puro divertimento. Non ho dubbi nell’immaginare quale stramba interpretazione avrà dato trovandosi spalancate le porte del Paradiso, con quel sorriso tipico di chi la sa sempre lunga e se ne vanta. Un grande, il migliore… Ciao detective Frank Drebin.